Intervista ai ragazzi di Fridays For Future Pomigliano

Sull’onda degli eventi avvenuti in Svezia, scaturita dalla ragazzina Greta Thunberg, è nato un movimento: il Fridays For Future (abbreviato in FFF). Questo movimento si è esteso a macchia d’olio arrivando anche nella nostra città. Oggi abbiamo un’intervista con i ragazzi di Fridays For Future Pomigliano.

  • Prima di tutto, per chi non è informato, cos’è, in sintesi, FFF?

FFF Pomigliano è un movimento apartitico basato sulla sensibilizzazione delle persone in relazione a concetti ecologisti e ambientalisti, mirato a salvaguardare l’ambiente e la sua biodiversità.

  • I vostri obiettivi in tre punti?

Coinvolgimento delle persone; cambiamento del sistema; portare la tematica ambientale nelle scuole.

  • Com’è nato FFF a Pomigliano?

È nato dalla curiosità di un gruppo di giovani rispetto a ciò che una sola ragazzina è riuscita a fare. Alcuni dei ragazzi che avevano già attivato il movimento nella nostra provincia hanno contribuito all’organizzazione e ora collaboriamo con Fridays For Future Italia e con più di altri 100 FFF locali.

  • Com’è organizzato? Segue una gerarchia?

Abbiamo un’organizzazione interna del tutto orizzontale, nel senso che tutti sono liberi di esprimersi al massimo senza che nessuno prevalga sull’altro: il ruolo di ognuno è ugualmente importante rispetto a quello degli altri.

  • Credete che il vostro gruppo possa fare la differenza? Se sì, come?

Il nostro gruppo può fare la differenza; crediamo infatti nella forza del singolo individuo anche nel suo piccolo. Dalle piccole azioni nasce sempre qualcosa e di conseguenza,  se tutti fossero più attenti all’ambiente, le cose potrebbero migliorare. Noi miriamo dunque a questo: a sensibilizzare il maggior numero di persone possibile per migliorare il nostro futuro, correggendo gli errori commessi. Ci incontriamo ogni Venerdì per ripulire gli spazi verdi e le strade della città. Segue un’assemblea alla quale può partecipare chiunque.

  • Volete mandare un ultimo invito?

Vi invitiamo semplicemente a unirvi a noi per fare tutti insieme qualcosa, perché ricordate: la Terra è la nostra casa ed è di conseguenza anche il nostro futuro.